Giornate da festeggiare

20 marzo 2019

 Affascinati dal mondo delle fragranze!
"Gli odori hanno una fortissima influenza sulla mente umana, tanto che determinati oli essenziali vengono usati in naturopatia per contrastare stati di malessere, ansia, panico e depressione"

Giornata mondiale della felicità: odori e profumi che innescano sensazioni positive

Si chiamano "Fragrances with Benefits” le fragranze che, con la propria miscela di note olfattive e ingredienti, promettono dei plus a chi le sceglie, primo su tutti la capacità di influenzare (in positivo) l'umore. Il "naso" Simone Andreoli ci spiega quali sono e come farle nostre.
safe_imagejpg
20 Marzo 2019


Intervistata dal magazine di lifestyle "The Cut", la campionessa del tennis Venus Williams, 38 anni, fa sapere che per lei la felicità ha il profumo di deliziosi donut (le ciambelle glassate più amate da Homer Simpson). "Purtroppo non li posso mangiare per via della mia dieta, ma appena ne sento l'odore mi sento felice", confida al giornale.
Per la Giornata della Felicità, che si festeggia in tutto il mondo il 20 marzo, abbiamo deciso di andare alla scoperta delle note olfattive che più di tutte sanno innescare sensazioni positive.


Fragranze-psicologo

Che l'incontro con un determinato profumo possa scatenare reazioni emotive molto vivide – nel bene e nel male – è cosa nota da tempo. Lo hanno ribadito in tempi recenti diversi studi di neuroscienza, ma il riferimento per eccellenza – per quanto non scientifico – resta Marcel Proust e la sua famosa sensazione di "gioia potente" suscitata dal profumo di madeleine (sempre di un dolce si parla). Una correlazione importante, che le maison di fragranze non intendono certo ignorare. Secondo una ricerca condotta dal portale OnBuy.com su 2.400 consumatori di profumi, tra le tendenze più interessanti in questo settore c'è quella che gli esperti chiamano "Fragrances with Benefits”. In questo gruppo rientrano le fragranze che, con la propria miscela di note olfattive e ingredienti, promettono dei "plus" per chi le indossa. Primo su tutti la capacità di influenzare (in positivo) l'umore. Da cui un'ondata di fragranze anti-stress, calmanti o euforizzanti a seconda delle aspettative, ma tutte dirette a un obiettivo comune: regalare sensazioni positive.

Come smettere di cercare l’approvazione degli altri e vivere felici








 
"Gli odori hanno una fortissima influenza sulla mente umana, tanto che determinati oli essenziali vengono usati in naturopatia per contrastare stati di malessere, ansia, panico e depressione. Agendo sui neurotrasmettitori, innalzano i livelli di serotonina, l'ormone del buonumore, e riducono il cortisolo, ormone dello stress. Se la felicità in questo momento non fa parte della vostra vita, acquistate all'istante un'essenza agrumata", consiglia l'esperto. "Questi frutti vitaminici e succosi, caratteristici del paesaggio mediterraneo, infondono un immediato senso di leggerezza. Non è un caso che moltissime spa propongano massaggi e rituali 'della felicità' a base di limone, bergamotto, lime e arancia. Maggiore è la concentrazione di queste essenze nel profumo, più forte sarà l'impatto sullo stato emotivo".

La cherofobia esiste davvero?



 Se è vero che ciascuno di noi ha la propria, personalissima idea olfattiva della felicità (spesso e volentieri legata a ricordi di infanzia, proprio come accadeva a Proust), Andreoli conferma che gli addetti ai lavori del mondo profumi condividono alcune coordinate-chiave. "Tra le note olfattive dall'impatto calmante e "coccola" c'è la vaniglia, mentre l'azione anti-stress è affidata da sempre alla lavanda e quella equilibrante a pino e fico. Infine, se siete in un momento difficile e avete bisogno di quiete, l'aiuto in più potrebbe arrivare dagli aromi contemplativi e introspettivi di resina e incenso. Per il resto, chiudete gli occhi, aprite le narici e lasciatevi guidare dal vostro istinto olfattivo", è il consiglio dell'esperto. Felicità, arriviamo!