Benvenuto Autunno

È arrivato l’autunno. E si raccoglie l’uva, ormai dolce e matura. In campagna la vendemmia è il momento più atteso. È un momento magico. Tra le vigne arrivano, amici, vicini, parenti. Si lavora insieme, dall’alba al tramonto. Guanti, forbici, cassette. Le mani si inzuppano di succo d’uva e dopo un po’ cominciano a fare male, come la schiena. Ma si va avanti… e ci si aiuta l’uno l’altro. Il lavoro di un anno deve essere raccolto e trasformato. Ci vuole concentrazione nel lavoro di squadra. È faticoso, ma si lavora uniti, si chiacchiera, si ride e a fine giornata, stanchi, sporchi e felici si beve e si mangia tutti insieme…perché il lavoro unisce, perché ci si sente parte di una grande famiglia. Perché quando si lavora tanto e bene, si festeggia. Il risultato è di tutti.

Tutti ai Castelli Romani, a vendemmiare in campagna; a divertirci e mangiare a Nemi.

Nel borgo le degustazioni del pane casareccio con l'olio extravergine di oliva 100% italiano, il pane farcito, le olive, il vino dei Castelli Romani, fragole e fragolino di Nemi


Nemi fra i borghi più belli d'Italia  (39) Nemi (Roma) - Borghi d'Italia (Tv2000) - YouTube 
Nemi paese delle fragole        (1) Watch | Facebook           (1) Facebook


Il borgo antico di Nemi

Nemi, gioiello dei Castelli Romani, 30 chilometri a sudest di Roma, sorge in magnifica posizione su un poggio che domina il piccolo Lago di Nemi, in un intatto ambiente urbano e agricolo di grande valenza culturale e paesistica, interamente compreso nell'area del Parco Regionale dei Castelli Romani, anche proposto all’Unesco per l'inserimento nel Patrimonio dell'umanità.

Nemi gode di risonanza nazionale ed internazionale: di richiamo per i turisti e per gli amanti del verde e della buona cucina, della natura, dei siti storici e archeologici,  punta sempre di più ad unire la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, ambientale ed artistico del nostro territorio con la promozione turistica, l'enogastronomia, il rilancio dei prodotti locali.

a sfida è quella di proporre un nuovo modo di raccontare il mondo dell'olio, del pane e del vino che non fosse una semplice degustazione, ma che recuperasse la dimensione narrativa mettendo insieme il gusto dell'enogastronomia locale, la tradizione ed appassionati lettori/attori. Il risultato è un viaggio tra bellezza e gusto, tra arte e vino. Fil rouge degli appuntamenti: l’arte della scrittura e brani in vernacolo, il eatro e lamusica, la poesia”.



Nemi paese delle fragole e dei fiori, ma aanche di tanti prodotti tipici ed una enogastronomia eccellente: scopriamoli

Le squisitezze della cucina romana, celebrate nelle numerose, allegre e caratteristiche sagre che si svolgono nelle varie località, si alterneranno con le bellezze naturali ed artistiche e con panorami aperti e meravigliosi, sia costeggiando i laghi - ricchi di stabilimenti balneari e trattorie (ed anche seggiovie) - sia salendo a quasi mille metri di altezza sulla vetta del Monte Cavo.

FRAGOLARA DI NEMI